Origine delle carni suine trasformate

iMEAT Giornale luglio-agosto
28 Agosto 2020
Il boom delle proteine vegetali
21 Settembre 2020

E’ al centro di accese discussioni l’intesta, raggiunta il 18 dicembre u.s. in sede di Conferenza Stato Regioni, sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali recante disposizioni per l’indicazione obbligatoria del luogo di provenienza nell’etichettatura delle carni suine trasformate (es. salumi a base di carne suina). In estrema sintesi il decreto, che dovrà comunque passare al vaglio delle competenti istituzioni comunitarie, introdurrebbe l’obbligo di indicare l’origine delle carni suine trasformate.  Il testo, attualmente allo stadio di meramente progettuale, prevede che in etichetta siano riportate le seguenti informazioni: Paese di nascita: (nome del paese di nascita degli animali); Paese di allevamento: (nome del paese di allevamento degli animali); Paese di macellazione: (nome del paese in cui sono stati macellati gli animali). Quando la carne proviene da suini nati, allevati e macellati nello stesso Paese, l’indicazione dell’origine può essere indicata con l’espressione “Origine: (nome del paese)”.

Su iMEAT Giornale