iMEAT® FORUM
iMEAT Farm Challenge & Convention

29 Maggio 2022, Forum Monzani (Modena)

iMEAT FARM CHALLENGE

Durante la giornata si svolgerà una gara conviviale durante la quale 15 allevatori italiani si metteranno in gioco a colpi di bistecca per dimostrare il valore – altissimo – dei loro allevamenti e delle carni italiane da loro prodotte.

CLICCA QUI per scaricare il PDF con la descrizione della gara.

LA GIURIA
logo oro vettoriale

Lucia Irene Bailetti

Sensory & Consumer & Neuromarketing Intertek, ha una lunga carriera professionale nelle ricerche di mercato attraverso l'uso di tecniche innovative come l’Analisi Sensoriale, l'innovazione di prodotto e il neuromarketing. Docente universitaria e autrice di numerose pubblicazioni scientifiche a livello internazionale nell'ambito della sua specializzazione. La sua grande esperienza come ingegnere alimentare è nell’industria della carne, è stata R&D manager di una importante industria multinazionale in Argentina.
logo oro vettoriale

Elena Benedetti

Dopo un'esperienza nel mondo automotive, nel 2000 è entrata nella piccola casa editrice modenese dei suoi genitori e ha scoperto un mondo fatto di aziende dell'agroalimentare, filiere delle carni, dell'ittico e dei prodotti di salumeria. L'editoria di settore è un'avventura bellissima, complessa ma piena di soddisfazioni. Un lavoro che sta radicalmente evolvendo ma che il digitale non ha annullato, anzi!
logo oro vettoriale

Luca Bonacini

(Modena, 1966). Scrive per QN Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno, James Magazine, Gambero Rosso, LiveIn Golf & Style, Scatti di Gusto, ADV, non di rado esplorando le possibili connessioni tra eno gastronomia, letteratura e cinema, suggerendo itinerari di viaggio e mete food, wine, wellness. E’ collaboratore del Gambero Rosso e docente di eno-food in importanti istituti di formazione, tra cui Alma, la Scuola di Cucina fondata da Gualtiero Marchesi . Tra i suoi lavori: Di Caffè in Caffè tra miti storia e leggenda (1999) e negli anni successivi Botteghe modenesi da non perdere, Mai dire Mai a un Martini dry, Le sentinelle del Nocino tradizionale, I discepoli della tigella rovente, La Disfida del Borlengo, L’armata del mirtillo nero; L’atlante dei Lambruschi modenesi. E’ Gran Maestro della Confraternita del Gnocco d’Oro e co-presidente del progetto Bond Point, sui cibi, i vini e i luoghi, più amati da James Bond. Nel 2022 ha ricevuto il Premio Gianni Fossati 2021 dell’Accademia Italiana della Cucina e il Premio Amico Donne del Vino 2021 dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino.
logo oro vettoriale

Assunta Susanna Bramante

Diet and Nutrition Adviser, Meat Specialist, Science Communicator, Agronomo PhD in Produzioni Animali, Sanità e Igiene degli Alimenti nei Paesi a Clima Mediterraneo. Agronomo e divulgatrice scientifica, nel 2010 ha conseguito il titolo di DoctorEuropaeus e un PhD in Produzioni Animali, Sanità e Igiene degli Alimenti nei Paesi a Clima Mediterraneo. Collabora, occupandosi di salute e nutrizione, con Carni Sostenibili.
logo oro vettoriale

Mirella Codeghini

Mirella Codeghini è giornalista USGI e blogger di Cucina & Svago (www.cucinaesvago.it) con un’ampia esperienza precedente nel mondo della comunicazione del settore lusso. Cucina & Svago, oltre alle ricette di sua creazione offre ampi spazi dedicati a materie prime/prodotti, eventi, strumenti di cottura/accessori da cucina e recensioni di ristoranti. E’ particolarmente attenta alle realtà italiane nel mondo food and beverage, soprattutto quelle piccole e di nicchia, che trattano prodotti di elevata qualità e orgogliosa di poterle raccontare.
logo oro vettoriale

Enrico Conti

Enrico Conti è un macellaio e fondatore di Accademia Macelleria Italiana. Facendo parte della famiglia più importante di macellai della sua città, il suo destino era praticamente segnato. Ha iniziato a lavorare nel retro bottega giovanissimo e dopo il diploma è entrato nello staff della Macelleria e Salumificio di famiglia che ha contribuito a far espandere curando la promozione dei salumi e, in particolare, la Mortadella di Prato I.G.P. Ha avuto esperienze anche come gastronomo collaborando con ristoranti e ha sperimentato il lavoro nella gdo. Con gli anni ha deciso di far conoscere il mondo della macelleria anche al di fuori del suo ambito personale e familiare. A 28 anni ha aperto la sua prima macelleria e dopo pochi anni ha iniziato la collaborazione come Docente per L’Istituto Alberghiero Francesco Datini. Ha formato decine di persone che la scuola gli indirizzava e aiutato centinaia di ragazzi a sviluppare la propensione alla macelleria. Ha dovuto rinunciare ad una parte del suo lavoro di commerciante per dedicarsi all’istruzione personale, ma solo in quel modo è nata una vera e propria Accademia di Macelleria nella quale viene data una formazione impeccabile e costante a coloro che vogliono diventare professionisti del settore. Dal 2017 è stato ospite costante sul palco di iMEAT, la più importante fiera nel settore della macelleria in Italia. Nel 2019, alla fiera di Barcellona, Accademia è stata premiata dall'associazione di Macellai più grande della Spagna.  La sua mission è quella di aiutare a migliorare la professionalità dei macellai e diffondere l’arte della macelleria.
logo oro vettoriale

Elisa Guizzo

Ideatrice del progetto formativo/culturale chiamato “Di Gusto in Gusto”, nato per avvicinare le persone verso un consumo consapevole di carne bovina, suina ed avicola, dando maggiore consapevolezza nelle scelte di tutti i giorni. Lo scopo del progetto è quello di creare percorsi formativi che si traducono in una sorta di “mangiare raccontato” capace di educare il consumatore a tavola, facendogli capire quali sono le mode del momento e quali i prodotti che fanno bene alla sua salute, deliziano il suo palato e creano soddisfazione dal punto di vista economico all’intera filiera produttiva. Mangiar sano è possibile (ed auspicabile), ma parte da una difficile e a volte ardua selezione di materie prime e questo deve essere capito dal pubblico. Al progetto hanno aderito fin da subito più professionisti di settori diversi: produttori agricoli, allevatori, comunicatori, formatori, giornalisti, macellai e ristoratori. Tutte queste figure contribuiscono con la loro professionalità a creare un valore a “Di Gusto in Gusto” riconosciuto ormai da tre anni.
logo oro vettoriale

Mara Labella

Dirigente, da 40 anni, della Macelleria Labella Mara di Sermoneta. Il suo obiettivo è sempre stato quello di guidare l’attività familiare attraverso un continuo miglioramento di tutte le aree di operatività aziendale. Dal 2016 è presidente provinciale di Federcarni Latina. Coach della Nazionale Italiana Macellai. Il suo motto è “tacchi alti e coltelli in mano”.
logo oro vettoriale

Francesco Maiorano

Francesca Maiorano, 57 anni, titolare di “Maiorano Carni dal 1965”, attività specializzata nella vendita di carni, pollame e gastronomia: tutti i prodotti sono rigorosamente di origine Italiana. Presidente Regionale Federcarni Campania dal 2002 al 2015. Nel 2016 ha creato U.R.MA.C (Unione Regionale Macellai Campani), associazione costantemente presente sul territorio che affianca la categoria gomito a gomito. Ha organizzato vari eventi denominati “Scambi culturali di lavorazione e preparazione a base di carne con le Regioni Puglia/Basilicata e Sicilia” e partecipato attivamente, fin dalla prima edizione, alla fiera “iMEAT”, ideata da Luca Codato, evento specializzato dedicato alle macellerie. L’Associazione partecipa e collabora con i vari Istituti Alberghieri della Regione Campania portando avanti il progetto “scuola-alternanza lavoro” con maestri macellai. L’obiettivo non è solo quello di far conoscere i tagli della carne e le varie cotture, ma soprattutto arruolare giovani macellai (che ad oggi sono sempre meno) e far conoscere come è cambiato radicalmente il mestiere dalla classica macelleria di ieri alla moderna e innovativa di oggi.
logo oro vettoriale

Stefano Moresco

Stefano MORESCO Founder di -M.oresco la Macelleria di Bassano del Grappa in Veneto –. I Valori che offre sono raggruppati in 3 parole M.eat – Gusto – Rispetto, dove la parola Meat-Carne ha anche il significato di Cultura del Cibo ma anche assonanza con Amicizia e Incontro, che Moresco sviluppa con Serate di Informazione su un consumo Consapevole delle ricette di Carne. La parola Gusto indica l’attenzione alla qualità dei prodotti offerti e Rispetto, è una parola “forte”, che chiarisce l’attenzione di Moresco e della sua Squadra fatta da Nic, Mirim e Nicola verso i Clienti. Da 3 anni è la prima Macelleria Luxury del Vicinato in Italia che ha intrapreso il cammino di fare Cultura della Sostenibilità. Una sfida grande che lo fa impegnare, con il suo lavoro, nel valorizzare i PRODOTTI con tutto il mondo del Benessere Animale, il Rispetto delle PERSONE a partire dai Collaboratori, ai Clienti, ai Fornitori e alla Comunità Bassanese e alla Salvaguardia del PIANETA con l’uso di Energia da fonti rinnovabili il foot carbon print e molti altri punti che vi consigliamo di approfondire nei post fb della macelleria moresco. In questo momento storico di cambiamento il percorso Sostenibile della Macelleria diviene un valore per se se stesso come Imprenditore, per le persone con cui interagisce e per le generazioni di giovani che avanzano.
logo oro vettoriale

Daniele Reponi

Non è uno chef – ci tiene a sottolinearlo – è un po’ salumiere e un po’ oste, i visitatori di iMEAT hanno imparato a conoscerlo nelle ultime edizioni della fiera per i suoi show cooking, è un professionista creativo e preparato, un comunicatore entusiasta delle peculiarità dei prodotti eccellenti del made in Italy, il testimonial ideale per trasmettere qualità, fantasia e innovazione. Il punto di partenza dell’avventura professionale è databile a circa venti anni fa. Nel corso della sua carriera ha lavorato in diversi locali nella provincia di Modena ed ha incontrato persone che gli hanno trasmesso l’amore per la buona cucina. È stato creatore di panini a “La Prova del Cuoco” su Raiuno. La maggior parte del suo tempo è dedicato alla ricerca di prodotti buoni, possibilmente artigianali e biologici. Ama definirsi un oste alla vecchia maniera, gli piace lavorare con ingredienti semplici della tradizione, senza però rimpiangere troppo il passato. Ciò che gli interessa davvero è trasmettere la qualità delle materie prime.
logo oro vettoriale

Francesca Santin

Ama contaminare il settore macelleria con altri più evoluti e apportare innovazione continua. Tecnico gastronomo, ideatore e tutor di Alta Formazione in Macelleria e Passione Preparati Planet, svolge il suo lavoro anche grazie al percorso di giudice qualificato nell'assaggio delle carni e un master in nutrizione culinaria antiaging. La tradizione è un patrimonio immateriale in costante cambiamento, che ognuno di noi ha il privilegio di tutelare e reinventare…
logo oro vettoriale

Daniele Turba

Cotitolare di Equincarni di Melzo e del Ristorante Antica Macelleria Turba di Rivolta D’Adda. Figlio d’arte, quinta generazione della famiglia Turba, macellai dal 1919.
I CUOCHI DELLA GARA
logo oro vettoriale

Guido Dall'Anese

Dietro l’apparenza da avventuriero e la parlantina disinvolta c’è l’esperienza e la profonda conoscenza di chi il mondo della carne l’ha vissuto a 360 gradi, dalle praterie del Texas alle griglie dei ristoranti più alla moda. La carne è al centro, la carne è la base e la sostanza della sua professione - quella di pit master, grilled&smoked chef - colui che del bovino tutto sa e sa come gestirne pregi e difetti. La bistecca non ha segreti per Guido Dall’Anese.
logo oro vettoriale

Matteo Villani

Il suo viaggio alla scoperta dei sapori inizia nella macelleria di famiglia. Ha imparato i segreti dell’arte culinaria tradizionale e la sapienza alla base di una corretta preparazione e conservazione della materia prima. Per intraprendere un percorso nel mondo della ristorazione, ha acquisito negli anni la conoscenza necessaria per garantire professionalità e qualità in ogni servizio. Ha frequentato e continua a frequentare corsi di formazione innovativi per offrire al cliente piatti e sapori speciali. Adora viaggiare e scoprire i segreti delle cucine tradizionali dei paesi che visita. Lavorare all’estero è il modo perfetto per aprire i suoi orizzonti, ricercando profumi e ingredienti nuovi, da poter riproporre a chi assaggia i suoi piatti.
 

 
Segreteria organizzativa iMEAT FORUM 2022: Ecod Srl - Via Don Riva, 38, San Vittore O. (MI) - Tel. 0331518056 - info@imeat.it
DOVE SI SVOLGE L’EVENTO: BPER Banca Forum Monzani - Via Aristotele, 33 - Modena (MO)